WSP Photography presenta, sabato 17 ottobre alle ore 19:30, “Prove d’ascolto” scritture divergenti  – reading #2.

Secondo appuntamento di una collaborazione tra WSP photography e il collettivo di scrittori e artisti  eexxiitt,ampliato a voci e sguardi esterni e liminari, sentiti prossimi e approssimanti, con cui si cerca di attuare una prova di ascolto ulteriore, necessaria, a partire dalla quale offrire un panorama di scrittura il più possibilmente diversificato e vigile sulla realtà contemporanea in cui abitiamo, che ci abita e determina, determinando le nostre scelte: dove ogni scelta è un gusto e un giudizio, che contribuisce a costruire, e quindi modificare, la società.

Dalle ore 19:30, letture dei seguenti autori:

Fiammetta Cirilli | Elisa Davoglio | Andrea Inglese | Simona Menicocci 

Manuel Micaletto |  Renata Morresi |  Giorgia Romagnoli | Michele Zaffarano

Fiammetta Cirilli vive e lavora a Roma, dove insegna italiano in una scuola media. È redattrice del «Bollettino di italianistica». Ha scritto su Bianciardi, Ortese, Lussu, Calvino, Fenoglio. A quest’ultimo ha dedicato il libro Alba e le Langhe: l’epopea del Partigiano Johnny (Unicopli, 2005). Nel 2012 ha ultimato un dottorato di ricerca in Studi di genere presso l’Università di Roma La Sapienza, con una tesi su Dolores Prato. Per le edizioni La Camera Verde è uscito, nello stesso anno, il libro di prose L’incanto della specie. Sue prose brevi sono nel volume collettivo EX.IT – Materiali fuori contesto (Tielleci, 2013). Nel 2014 ha pubblicato la raccolta di racconti Il sapore delle formiche (Oèdipus).

Elisa Davoglio è nata nel 1976 a Livorno; vive a Roma. Ha pubblicato varie sillogi di poesia (ultime uscite L’orlo di Galois, 2010; Detour, 2012, entrambe per le edizioni La Camera Verde; La lunga impazienza, 2013, ChapBook – Arcipelago Edizioni) e il romanzo Onore ai diffidati (2008, Mondadori). Suoi testi di poesia e prosa sono apparsi in varie riviste italiane e straniere tra cui Atelier, Gradiva, Nuovi Argomenti, AlfaBeta, La Stampa, il Manifesto, Des Italiens, OEI Magazines, Italian Poetry Review, Italies.

Andrea Inglese (1967) vive a Parigi. È uno scrittore. Ha pubblicato uno studio di teoria del romanzo L’eroe segreto. Il personaggio nella modernità dalla confessione al solipsismo (2003) e la raccolta di saggi La confusione è ancella della menzogna per l’editore digitale Quintadicopertina (2012). Tra i suoi libri di poesia: Inventari (Zona 2001), Colonne d’aveugles (Le Clou Dans Le Fer, 2007), La distrazione (Luca Sossella, 2008; premio Montano 2009), il prosimetro Commiato da Andromeda (Valigie Rosse, 2011; premio Ciampi), Lettere alla Reinserzione Culturale del Disoccupato, nell’edizione italiana (Italic Pequod, 2013) e francese (NOUS, 2013), e La grande anitra (Oèdipus, 2013). Tra i testi in prosa: Prati / Pelouses (La Camera Verde, 2007) in parte confluiti nel volume collettivo Prosa in prosa (Le Lettere, 2009), Quando Kubrick inventò la fantascienza. 4 capricci su 2001 (La Camera Verde, 2011) Ha curato l’antologia del poeta francese Jean-Jacques Viton, Il commento definitivo. Poesie 1984-2008 (Metauro, 2009). Ha promosso nel 2014 con Michael Battala il progetto Le Moulin, un soggiorno collettivo di scrittura e traduzione poetica, da cui è nata la plaquette multilingue Le Moulin 14 – 19 juillet 2014 = Le Moulin 14 – 19 luglio 2014, con traduzione collettiva di dieci scritture inedite dal francese, dall’inglese (Benway, 2014). È uno dei membri fondatori del blog letterario Nazioneindiana. È nel comitato di redazione di “alfabeta2”. È il curatore del progetto Descrizione del mondo (www.descrizionedelmondo.it), per una installazione collettiva di testi, suoni & immagini. Collabora con il compositore Stefano Delle Monache al progetto installativo/performativo Lettere alla Reinserzione Culturale del Disoccupato (http://www.descrizionedelmondo.it/lettere-alla-reinserzione/).

Simona Menicocci (1985) cerca di vivere e lavorare a Roma. Ha pubblicato per La Camera Verde Incidenti e provvisori (2012) e Posture Delay (2013); alcuni testi dal progetto Saturazioni nel volume antologico Ex.It – Materiali fuori contesto (Tielleci, 2013); il testo italo-francese Il mare è pieno di pesciLa mer est pleine de poissons per la prima serie dei feuilles/fogli bilingue di Benway Series (Tielleci, 2014); alcune parti degli inediti Glossopetrae/Tonguestones (2014) e H24 (2015) tradotte in svedese nella rivista “OEI”; una sezione dell’inedito Si fa per dire tradotta in francese nella rivista“Nioques” (2015); Manuale di ingegneria domestica (Arcipelago Edizioni, 2015). Collabora al collettivo “eexxiitt”. Nel 2014 è stata tra i curatori della rassegna annuale di scrittura di ricerca, musica ed arte contemporanea Ex.it – Materiali fuori contesto (Albinea, RE). Nel marzo 2015 ha partecipato al progetto La descrizione del mondo, a cura di Andrea Inglese, con l’installazione Hiro (anamorfosi è un avverbio di modo) ideata assieme a Fabio Teti.

Manuel Micaletto (1990, Sanremo) è una vera forza. Eccelle nelle discipline: mario kart, pokémon, advance wars. Ritiene che la FIAT MULTIPLA sia l’unica astronave mai prodotta (ed immessa negli umani commerci, peraltro). Cofondatore del blog/progetto plan de clivage (poesia, prosa non-narrativa, asemic writing), fa parte dell’ensemble di «eexxiitt». Nel 2012, Il piombo a specchio. Nello stesso anno: Lorenzo Montano per la prosa. 2015: stesura, prufrock spa, ve lo raccomando. E: ha partecipato a RicercaBo. Inoltre: Generazione Y, MAXXI, Roma, 2014. Sue cose sono comparse su il verri, Nuovi Argomenti, nell’antologia di scritture sperimentali EX.IT 2013 e in rete su Gammm, Nazione Indiana, letteregrosse, Blanc de ta nuque, satisfiction.

Renata Morresi ha pubblicato poesia nelle raccolte Cuore comune (peQuod 2010), Bagnanti (Perrone 2013), La signora W. (La camera verde 2013), quest’ultima apparsa anche in traduzione francese su Nioques 14 (2015), e su varie riviste e antologie (tra cui: Semicerchio, Il Caffè illustrato, Alfabeta2, Il nostro Lunedì, Registro di poesia #4, a cura di G.Alfano, Registro di poesia #2, a cura di G.Frasca, ecc.). Nel 2015 ha vinto il premio MiBAC per la traduzione di poesia, nel 2014 il premio Marazza per la prima traduzione italiana di Rachel Blau DuPlessis (Dieci bozze, Vydia 2012). Ha partecipato alla plaquette multilingue Le Moulin 14 – 19 juillet 2014 = Le Moulin 14 – 19 luglio 2014, con traduzione collettiva di dieci scritture inedite dal francese, dall’inglese e dall’italiano e testi a fronte, edita per i tipi di Benway (2014). Di recente è apparsa nella rivista-foglio 2×2, n.2.2 (Accademia di Brera, Otis Graduate Writing), con il testo Madame Marie Tussaud. Sta lavorando alla plaquette inedita Car Wash, che ha letto a RicercaBO 2014. È redattrice di Nazione Indiana e di punto critico.

Giorgia Romagnoli (Jesi, 1995). Dal 2012 contribuisce allo spazio di ricerca «eexxiitt». Suoi testi sono apparsi su: lettere grosse, Nazione Indiana, Poetarum Silva, Extreme Writing Community, Argonline.it. Nel 2015 pubblica l’ebook Prove tecniche di trasmissione per la collana di poesia Opera prima. Si interessa di poesia contemporanea, scrittura di ricerca e musica jazz.

Michele Zaffarano (1970) vive e lavora a Roma come traduttore. Ha pubblicato Wunderkammer (in Prosa in prosa, Le Lettere, 2009), Cinque testi tra cui gli alberi (più uno) (Benway Series, 2013), Paragrafi sull’armonia (ikonaLíber, 2014), Todestrieb (Arcipelago, 2015), La vita, la teoria e le buche (Oèdipus, 2015). Curatore della collana Chapbooks per le edizioni Arcipelago; redattore di «gammm.org» e «Nioques».

Ingresso gratuito riservato ai soci ENAL. È possibile tesserarsi il giorno stesso dell’evento. Costo della tessera annuale 2015: 3 euro.