(c) Filippo Mutani
(c) Filippo Mutani
Il SocialPhotoFest è una realtà che nasce dall’incontro tra l’associazione Socia PhotoFest di Piombino e l’associazione LuceGrigia di Perugia. L’obiettivo è quello di creare un nuovo festival, dedicato virtuosamente alla fotografia sociale e alla fotografia terapeutica. Un festival con due anime distinte; quella toscana, nella splendida location di Piombino, e quella umbra, nella suggestiva cornice di Villa Fidelia a Spello (PG).
Perché un altro festival? Gli organizzatori ne spigano i motivi nella Mission: credono nella società attuale, sempre più dedita alla cultura dell’immagine, sia necessario ritrovare il potere e il significato profondo dell’immagine, della fotografia e più in generale dell’arte. Senza una cultura specifica e senza un filtro intelligente, il martellamento visivo può distorcere la nostra visione. Vi è, pertanto, la necessità di imparare ad usare il mezzo fotografico in modo cosciente, sia esso rivolto alla creazione di una ricerca artistica o sia finalizzato alla pura documentazione, nella consapevolezza che ogni immagine è portatrice di un linguaggio fatto di forme, colori, luci ed ombre, immobilità e movimento, stimoli e richiami emozionali. E evidente come una “semplice” fotografia racchiude in sé profondi significati legati al suo essere strumento di comunicazione, strumento per “fare memoria visiva”, strumento per dar voce a bisogni più intimi di tutti noi. Nessuno escluso. L’intento comune è stato quello di lanciare un festival fotografico di grande respiro, con un tema intrigante come quello della fotografia sociale. Abbiamo anche voluto ricreare uno spirito di incontro e confronto che ci pareva stesse lentamente scomparendo da altre manifestazioni.
Tra le mostre anche quella di Paolo Patruno, “Birth is a dream” attualmente esposta presso la WSP Photography.
(c) Matteo Cesari
(c) Matteo Cesari
Programma

Sabato 10 novembre 
ore 17 – Vernissage – Presentazione del Festival e apertura mostre
Domenica 11 novembre
ore 10-13 e ore 15-18 – Workshop 1: Free Transform – a cura di Sabine Korth
Lunedì 12 novembre
giorno di chiusura
Martedì 13 novembre 
15-16,30 – Incontro pubblico: Presentazione di Shoot4Change  e del progetto Shoot4Emilia
16,30-18 – Incontro pubblico: Presentazione del progetto ‘Inside Out/L’Italia sono anch’io/Firenze‘, un progetto di arte partecipata a sostegno della campagna sul diritto di cittadinanza dei figli di stranieri nati in Italia, a cura di ABCM e in collaborazione con Gruppo Ripplemarks di Firenze
Mercoledì 14 novembre
15-17 – Lettura portfolio A cura di TerraProject
17-18 – Incontro pubblico: Presentazione lavori del collettivo TerraProject
Giovedì 15 novembre
16-18 – Visita mostre: a cura di Judy Weiser, per esplorare le foto più approfonditamente
Venerdì 16 novembre
9,00 – 13,00 e 14,30 – 19,00
Conferenza: Experiencing Photography. La fotografia come strumento per migliorare il benessere e ridurre l’esclusione sociale.
(vedasi programma Conferenza)
Sabato 17 novembre
10-13 e 15-19 – Workshop 2:  Un’immagine vale più di mille parole. Workshop esperienziale su tecniche di fototerapia e sulla loro utilità nelle attivita’ di autoesplorazione del se – a cura di Judy Weiser
10-13 e 15-18 – Workshop 3: The Self-Portrait Experience© – a cura di Cristina Nunez
Domenica 18 novembre
ore 10-14 – Workshop 2: Un’immagine vale più di mille parole. Workshop esperienziale su tecniche di fototerapia e sulla loro utilità nelle attivit’ di autoesplorazione del se – a cura di Judy Weiser
ore 10-14 – Workshop 3: The Self-Portrait Experience© – a cura di Cristina Nunez
ore 10-13  – Workshop 4: The spectro-card method – a cura di Ulla Halkola
ore 17: Premiazione del concorso fotografico di beneficienza “UNA FOTO AL GIORNO” a cura dell’Associazione IPO
 
visita il sito: www.socialphotofest.org