Due installazioni di arte contemporanea ricorderanno, a Milano, dal 9 al 15 novembre, la caduta del Muro di Berlino, avvenuta 20 anni fa, il 9 novembre 1989. La prima opera riproduce il Muro stesso, con le foto scattate all’epoca da Livio Senigalliesi (parte del suo bellissimo reportage potete trovarla sul numero di ottobre di Diario) , la seconda riproduce due torrette di guardia del Muro.

“Questa iniziativa – spiega l’assessore lombardo Massimo Zanello – non è solo una cerimonia scontata: è invece un’operazione culturale ed artistica, in cui arte e cultura diventano chiave di lettura della storia. Perché di storia si tratta, anche se i fatti risalgono a solo 20 anni fa: quegli avvenimenti segnarono radicali cambiamenti epocali. Ricordare quegli eventi in questo modo ci fa ritrovare noi stessi come testimoni di quei cambiamenti iniziati proprio allora”.

Il via lunedì 9 novembre, in via Sirtori 32. La ricostruzione simbolica di una sezione (15 metri di lunghezza per 3,60 metri di altezza) del Muro di Berlino sarà ricoperta da 25 immagini scattate dal fotografo Livio Senigalliesi a Berlino prima del 3 ottobre 1990, data dell’unificazione delle due Germanie.

La seconda installazione, realizzata dal gruppo artistico tedesco ‘Fehlstelle’, sarà inaugurata martedì 10 novembre nella zona antistante il Cavalcavia Bussa. L’opera consiste nella ricostruzione di due torri di vedetta (alte 9,5 m.) che all’epoca sorvegliavano l’area circostante il muro di Berlino.

Il Cavalcavia Bussa collega due aree di Milano divise dai binari del treno e dalla stazione di Porta Garibaldi: le torrette ‘sorveglieranno’ entrambe le zone illuminando il cavalcavia stesso e ricreando in qualche modo clima minaccioso e di paura, simile all’atmosfera della Berlino Est di allora nei pressi del Muro.

Fonte:
http://ilgiorno.ilsole24ore.com
http://www.liviosenigalliesi.com/

(c) Livio Senigallesi
(c) Livio Senigallesi