One Photo for Every One: Mostra e vendita fotografica di beneficenza a sostegno della campagna Every One di Save the Children

WSP photography inaugurerà venerdì 11 dicembre 2015 alle ore 19.30, presso la sede in Via Costanzo Cloro a Roma, “One Photo for Every One”, una mostra fotografica con vendita di beneficenza volta a sostenere la campagna globale Every One di Save the Children.

Il ricavato della vendita delle foto, gentilmente donate dagli autori in mostra, sarà devoluto alla campagna che l’Organizzazione internazionale porta avanti da anni per dire basta alla mortalità infantile e garantire cibo, cure mediche e salute a mamme e bambini, battendosi, con dedizione e professionalità, per salvare vite e mobilitare sempre più persone su questo argomento.

“One Photo for Every One” nasce da un’idea di WSP Photography con l’intento di creare un momento di condivisione e conoscenza ma anche un’occasione per dimostrare quanto la fotografia, con la sua potente forza comunicativa, possa giocare un ruolo importante nell’avvicinare e sensibilizzare le persone a sostegno di una causa per cui tutti possiamo impegnarci, anche con un piccolo gesto.

Grazie alla vendita delle fotografie in mostra, “One Photo for Every One” offrirà al pubblico la possibilità di acquistare una foto d’autore ma, soprattutto, sostenere Save the Children nella lotta alla mortalità infantile, perché nel mondo ogni 5 secondi muore un bambino per cause facilmente prevenibili. 

Tanti i fotografi e le fotografe che hanno aderito al progetto impegnandosi in prima persona mettendo a disposizione le loro opere. Autori da sempre impegnati nel raccontare diritti umani e tematiche sociali e nel dimostrare il valore che il reportage sociale può avere nel portare alla luce storie nascoste e dimenticate.

Partecipano: Valerio Bispuri, Fabio Bucciarelli, Fulvio Bugani, Giancarlo Ceraudo, Simone Cerio, Giovanni Cocco, Dario De Dominicis, Marco Di Lauro, Albertina D’Urso, Antonio Faccilongo, Carlo Gianferro, Riccardo Ghilardi, Alessandro Grassani, Meeri Koutaniemi, Francesca Mancini, Emiliano Mancuso, Paolo Marchetti, Giovanni Marrozzini, Pietro Masturzo, Myriam Meloni, Pierpaolo Mittica, Antonella Monzoni, Annalisa Natali Murri, Giorgio Palmera, Alessandro Penso, Lucia Perrotta, Fausto Podavini, Stefano Schirato, Daniela Silvestri, Angelo Turetta, Paolo Verzone.

La mostra sarà aperta dall’11 al 19 dicembre, dal lunedì al venerdì dalle 19:00 alle 21:00 e per tutta la sua durata sarà possibile acquistare le fotografie esposte o aderire al progetto attraverso una donazione libera.

L’Associazione WSP photography sarà onorata di averti al fianco di questa campagna di solidarietà partecipando all’inaugurazione dell’11 dicembre e contribuendo a dare visibilità alla notizia.

 

 

 

Save the Children Fondata nel 1919 in Inghilterra, è la più grande organizzazione internazionale indipendente per la difesa e la promozione dei diritti dei bambini. Opera in 119 paesi del mondo con una rete di 29 organizzazioni nazionali per garantire a tutti i bambini salute, protezione, educazione, sviluppo economico e sicurezza alimentare. Sviluppa progetti che consentono miglioramenti sostenibili e di lungo periodo a beneficio dei bambini, lavorando a stretto contatto con le comunità locali. Porta aiuti immediati, assistenza e sostegno alle famiglie e ai bambini in situazioni di emergenza, createsi a causa di calamità naturali o di guerre. www.savethechildren.it

La campagna Every One Ogni anno quasi 6 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono per cause facilmente prevenibili e per malattie curabili come malaria, morbillo, polmonite, complicazioni neonatali o una semplice dissenteria. La malnutrizione è concausa della metà di queste morti. Eppure, le soluzioni per combattere la mortalità infantile esistono e sono semplici e a basso costo, come un sapone, una zanzariera, un vaccino.
Nel 2009 Save the Children ha lanciato Every One, una campagna globale per dire basta alla mortalità infantile e garantire cibo, cure mediche e salute a bambini e donne in età riproduttiva, attraverso progetti di salute e nutrizione realizzati in 38 Paesi, e contribuire al raggiungimento dell’Obiettivo di Sviluppo del Millennio di ridurre di due terzi la mortalità infantile e di tre quarti quella materna entro il 2015.
Grazie alla campagna Every One, dal 2009 a oggi, nel nostro Paese, Save the Children Italia ha raccolto 8,5 milioni di euro tramite numerazione solidale e 7,5 milioni grazie al sostegno di oltre 30 aziende e fondazioni d’impresa; 4 milioni di persone hanno sostenuto l’organizzazione e la campagna; 50 personalità del mondo dello spettacolo, dello sport, della musica e della cultura hanno prestato la loro voce e il loro volto a Every One; oltre 1600 volontari di Save the Children si sono impegnati attivamente per promuovere la campagna su tutto il territorio nazionale. www.everyone.it

WSP Photography – Associazione ideatrice e organizzatrice di “One Photo for Every One” L’Associazione Culturale WSP Photography è composta da un collettivo di fotografi operanti in particolare nel campo del reportage. I loro progetti nascono dalle singole visioni della realtà e da personali espressioni fotografiche, trovando sintesi nella comune idea di una fotografia libera, critica e di inchiesta. Da ottobre 2001 ha aperto una propria sede nel quartiere San Paolo di Roma, uno spazio dedicato alla fotografia, dove portare avanti i propri progetti e le proprie attività quali corsi, workshop, incontri con autori, mostre fotografiche, un luogo dove incontrarsi e intendere la fotografia come mezzo di conoscenza e integrazione. www.collettivowsp.org

Valeria Fornarelli – Curatrice mostra fotografica “One Photo for Every One” Nata a Bari, si trasferisce nel 2007 a Roma, dove consegue la laurea specialistica in “Giornalismo ed Editoria multimediale”. Dopo varie collaborazioni con agenzie e testate locali e nazionali, diviene giornalista e perfeziona la sua preparazione in comunicazione istituzionale e audiovisiva. Dal 2009 lavora presso il MaeMultimedia, redazione multimediale del Servizio Stampa del Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale (MAECI). Parallelamente si è formata con lo Stato Maggiore della Difesa in “Giornalismo e comunicazione in aree di crisi”, con esperienze in teatri di missioni NATO e UE, realizzando reportage da Libano, Egitto, Kosovo e Macedonia. Da sempre attratta dal linguaggio delle immagini, ha coltivato lo studio per la fotografia, arricchendo il proprio background con una formazione specifica nella professione di photoeditor, grazie a corsi e workshop tenuti da esperti italiani e internazionali. Negli ultimi anni ha lavorato come consulente editoriale del libro fotografico “Encerrados” di Valerio Bispuri (ed. Contrasto), è stata corrispondente per riviste specializzate dal Visa Pour l’Image di Perpignan e dai Rencontres de la Photographie di Arles e ha curato mostre fotografiche all’interno di festival come Umbria World Fest a Foligno, FotoLeggendo a Roma, PhotoEspaña nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid. Attualmente, oltre a proseguire la sua attività multimediale al MAECI, collabora al fianco di fotografi professionisti come consulente di progetti editoriali ed eventi espositivi, dalla fase di progettazione e produzione fino a quella della curatela e promozione.