Corso avanzato di comunicazione visiva: il linguaggio

Il corso avanzato di comunicazione visiva presso WSP Photography prevede 15 lezioni teoriche in aula.

QUANDO
Il prossimo corso inizierà ad ottobre 2020. 

Il corso avanzato di comunicazione visiva è indirizzato ad appassionati di fotografia che hanno già una buona conoscenza dei principi di composizione e desiderano perfezionare la loro capacità di comunicare per immagini.

I partecipanti impareranno a raccogliere, selezionare e ordinare i propri scatti seguendo un filo logico: la narrazione. Tale metodo consente di mantenere costante l’attenzione al progetto visivo iniziale, per sviluppare il massimo coinvolgimento emotivo a livello di sequenza fotografica.

Le stesse nozioni, opportunamente elaborate, permettono altresì di approcciare le basi del linguaggio filmico, oggi necessario per affrontare anche l’ambito della ripresa video.
Costituirà elemento di preferenza avere già partecipato al corso: “Comunicazione Visiva Base: La composizione”.

Programma e argomenti trattati

Il corso è articolato in quindici incontri nel corso dei quali saranno sviluppati, non necessariamente nell’ordine indicato, i seguenti argomenti:

– la luce e il controllo dell’esposizione come elementi della composizione;
– il “linguaggio” degli obiettivi con riferimento ai campi, ai piani e al punto di ripresa;
– l’analisi del campo visivo, relazione tra spazio inquadrato e posizione del soggetto;
– la gestione del fuoco e l’uso corretto della profondità di campo;
– il rapporto dimensionale tra soggetto e sfondo;
– il rapporto tra i piani della scena (primo, secondo, sfondo, successione);
– l’influenza delle diverse tipologie di luce;
– la forza del colore e l’equilibrio delle masse cromatiche;
– le differenze di approccio tecnico/compositivo nel bianco e nero e nel colore;
– l’individuazione dei generi fotografici e il differente affinamento compositivo;
– la continuità visiva e il “montaggio fotografico” (editing).

Altre esercitazioni, utili allo sviluppo e all’articolazione dei meccanismi di percezione, saranno svolte singolarmente e analizzate in gruppo nel corso degli incontri.

Durata e costi

Il corso si svolgerà presso la sede dell’Associazione Culturale WSP in Via Costanzo Cloro 56/58 Roma (Metro B San Paolo).

Durata: 15 incontri di due ore, con cadenza settimanale, in aula.
Costo: 320 euro rateizzabili + 10 euro di tessera associativa (ACSI + WSP card).

Modalità di iscrizione

Per iscriversi è necessario mandare una mail a info@collettivowsp.org.
Per ulteriori informazioni e per conoscere le modalità di pagamento puoi contattarci telefonicamente al numero o 328.17.95.463 o inviarci una mail a info@collettivowsp.org.
Numero minimo di iscritti per avviare il corso: 6 – Numero massimo di iscritti: 10

Docente

Salvatore Sanna
Si occupa di fotografia a livello professionale dal 1968. Insegna dal 1971. Docente di “Teoria e Tecnica Fotografica” e “Comunicazione Visiva” ha insegnato presso L’Istituto Professionale F. Santi, l’Istituto Europeo di Design, l’Istituto Superiore di Fotografia ed ha collaborato con varie realtà didattiche romane. Ha curato, tra l’altro, la produzione di alcuni importanti avvenimenti fotografici romani: la mostra “Lessico Cittadino”, tenuta a Palazzo Braschi; “Sviluppi non Premeditati”, con Polaroid al Palazzo delle Esposizioni; varie mostre con l’Ente Fiera di Roma (Casa Idea, Roma Ufficio, ecc). Ha curato – in veste di Photomaker – nuove forme di collaborazione multimediale (foto/video/musica) tra cui “Storie Metropolitane” e “Barricate”, in collaborazione con “Controchiave”, andati in scena presso il teatro “Sala Uno”. Più di recente ha curato, con “MakeNoise”, la mostra “Roma: quando l’immigrazione produce”, presso il Museo di Roma in Trastevere. Attualmente collabora come docente di “Comunicazione e Progettazione Visiva” con l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata, con il gruppo “SpazioFARE”, con “Zone d’Ombra” e con l’associazione “MakeNoise” (realizzazione di eventi, mostre, corsi, ecc). Segue giovani fotografi nell’allestimento di mostre o in presentazioni di tipo editoriale.