Believing is seeing. Workshop con Max Pinckers & Mathieu Asselin

Sabato, 30 Novembre e Domenica, 1 Dicembre 2019 ospiteremo il workshop BELIEVING IS SEEING, con MAX PINCKERS & MATHIEU ASSELIN e a cura di Page Blanche

BELIEVING IS SEEING
Sviluppo di un approccio critico alla fotografia documentaria


WORKSHOP CON
MAX PINCKERS & MATHIEU ASSELIN
A cura di Page Blanche


Quando: 30 Novembre – 1 Dicembre 2019 (10.00-18.00)
Dove: WSP Photography – Via Costanzo Cloro 58, Roma, Italia
Costo: 390 euro
Numero participanti: min 10 – max 15 iscritti
Lingua: Inglese (traduzione in italiano disponibile)


La Masterclass di due giorni con Max Pinckers e Mathieu Asselin ha l’obiettivo di sviluppare una visione personale, un atteggiamento critico e un approccio individuale nella produzione di un lavoro artistico nel contesto della fotografia documentaria. In una serie di sessioni individuali e discussioni di gruppo, i partecipanti saranno incoraggiati a mettere in discussione il concetto di verità, autenticità e oggettività e i sistemi di riferimento della cultura iper-visiva contemporanea.

Il workshop può essere diviso in due sezioni: l’introduzione di un quadro teorico e una serie di esercitazioni pratiche. I punti chiave: il ruolo dell’estetica e delle convenzioni nella fotografia, l’influenza della finzione sulla percezione della realtà attraverso le immagini, il valore di una pratica di lavoro auto-riflessiva in relazione ai temi politici; la funzione dei libri fotografici nel linguaggio della fotografia documentaria oggi.

Requisiti per la partecipazione
I partecipanti dovranno essere in grado di mostrare un buon livello di ricerca fotografica e il desiderio di imparare, per sviluppare un atteggiamento positivo nei confronti di auto-riflessione, discussione e critica costruttiva. E’ richiesta la preparazione di un portfolio e di un discorso di presentazione del proprio lavoro artistico.


Obiettivi
Il workshop è rivolto a chi desidera approfondire i temi su cui sta attualmente lavorando e ricevere un feedback sul proprio processo artistico. Il corso offre ai partecipanti l’opportunità di riflettere criticamente sul proprio portfolio in varie forme e formati. I candidati dovranno portare con sé un progetto recente o qualsiasi lavoro su cui desiderano confrontarsi. Ogni singolo progetto sarà discusso in gruppo.


Programma

  • Max & Mathieu presentano il proprio lavoro e approccio alla fotografia documentaria.
  • Presentazione del lavoro degli studenti. Feedback e discussione di gruppo.
  • Lecture sullo sviluppo di progetti personali a lungo termine. Introduzione alla fotografia documentaria con esempi tratti da progetti personali, esplorando temi quali la posizione del fotografo nella costruzione di una narrazione documentaria o come le strategie della finzione possono essere utilizzate per documentare la realtà.
  • Sessioni di tutorato individuali e discussioni di gruppo aperte, affrontando i seguenti punti chiave:
  1. Sviluppo di una riflessione critica e concettuale
  2. Identificazione di una visione personale
  3. Definizione di una metodologia di lavoro individuale
  4. Formulazione di un discorso artistico in relazione a vari progetti
  5. Selezione ed editing delle immagini / creazione di un portfolio
  6. Trovare il giusto contesto per la presentazione del proprio lavoro


    Mathieu Asselin (FR / VEN, ˚1973) vive e lavora tra Arles e New York. Ha iniziato la sua carriera lavorando a produzioni cinematografiche a Caracas, in Venezuela, ma ha strutturato la sua pratica fotografica negli Stati Uniti. Il suo lavoro consiste principalmente in progetti documentari investigativi a lungo termine, come il suo ultimo libro Monsanto: A Photographic Investigation, che ha ricevuto riconoscimenti internazionali, vincendo il Dummy Award di Kassel FotoBook Festival nel 2016, l’Aperture Foundation First Book Award nel 2017 ed è stato finalista per il premio Deutsche Börse Photography Foundation nel 2018. Les Rencontres d’Arles in Francia, la Photographer’s Gallery di Londra, il Fotomuseum of Antwerp in Belgio e il Parlamento europeo a Strasburgo sono alcuni dei luoghi più recenti in cui il suo lavoro è stato esposto.
    www.mathieuasselin.com

    Max Pinckers (BE, ˚1988) è un artista con base a Bruxelles, in Belgio. Il suo lavoro esplora il linguaggio documentario e le relative strutture di potere attraverso varie strategie di narrazione visiva sotto forma di pubblicazioni d’artista auto-prodotte e installazioni espositive. Tra le sue opere, The Fourth Wall (2012), Will They Sing Like Raindrops or Leave Me Thirsty (2014), Trophy Camera v0.9 (2017) and Margins of
    Excess (2018). Attualmente è ricercatore di dottorato e docente di arti presso la School of Arts / KASK, Ghent. Pinckers è stato premiato a livello internazionale e ha esposto al MOCAK in Polonia, al Philadelphia Museum of Art negli Stati Uniti e al Center for Fine Arts – Bozar in Belgio, tra gli altri. Nel 2015 ha fondato la casa editrice indipendente Lyre Press e recentemente ha ricevuto il premio Leica Oskar Barnack.
    www.maxpinckers.be

    Page Blanche
    Page Blanche è un atelier dedicato alla ricerca sulla cultura visiva, con base a Parigi, 52 rue de Trousseau. Believing is Seeing è il primo di una serie di workshop organizzati in diverse città d’Europa, focalizzati sulla ricerca di linguaggi radicali e alternativi nella fotografia contemporanea. Un’idea di Sara Barcaroli e Martina Cirese.
    www.pageblanche-lab.com

    Info, iscrizioni e pagamento
    Le registrazioni e il pagamento saranno gestiti da Page Blanche.
    Per qualsiasi info potete fare riferimento ai seguenti contatti:
    Page Blanche
  • +33766896330
  • +33617718456
  • +393453425333
    pageblanche.contact@gmail.com

    Termini e Condizioni
    La scadenza per le iscrizioni è il 15 novembre. La quota di iscrizione di 390 euro e non include viaggio, alloggio, pasti o trasporto. I partecipanti possono pagare la quota in una rata per intero o in due rate uguali. La prima rata (o pagamento completo) deve essere ricevuta entro il 15 ottobre 2019. La seconda rata (o pagamento completo) deve essere ricevuta entro il 15 novembre 2019.
    I partecipanti sono tenuti ad auto-organizzarsi in merito al viaggio e all’alloggio. Possiamo consigliare opzioni di alloggio e cibo, se necessario.

    È richiesto un minimo di 10 partecipanti affinché l’evento abbia luogo. Il numero massimo di partecipanti è 15. Pagina Blanche si riserva il diritto di annullare il workshop a causa di iscrizioni insufficienti o per motivi al di fuori del nostro controllo. In tal caso verrà emesso un rimborso completo e immediato. In caso di cancellazione, gli studenti riceveranno un preavviso di 10 giorni. Page Blanche non è responsabile per il rimborso delle spese di viaggio in caso di annullamento del workshop. Consigliamo vivamente di acquistare biglietti rimborsabili e / o assicurazione di viaggio.
    Page Blanche si riserva il diritto di annullare la prenotazione di un partecipante se il pagamento completo non è stato ricevuto entro 15 giorni dall’inizio del workshop. Se un partecipante decide di annullare per qualsiasi motivo, non possono essere emessi crediti: non vi sarà alcun rimborso della quota di iscrizione. I partecipanti devono pagare l’intera quota alla data stabilita.

Historias minimas. Workshop con Karl Mancini

WSP Photography presenta “Historias Minimas” workshop di fotografia con Karl Mancini, il 18 e 19 maggio 2019.

leggi qui

Tecniche di illuminazione nella fotografia di reportage. Workshop con Giovanni Cocco

WSP photography presenta sabato 13 e domenica 14 aprile 2019 una nuova e ampliata edizione del workshop in Tecniche di illuminazione nella fotografia di reportage con Giovanni Cocco, un workshop che unisce alla teoria esercitazioni pratiche e visione in aula delle foto scattate.

leggi qui

Alla fonte dell’altro. Workshop con Giovanni Marrozzini

Il workshop “Alla fonte dell’altro” mira ad approfondire le tecniche e i metodi della fotografia in movimento di chi fa fotografia di reportage, con particolare attenzione alla fotografia di viaggio. Un’occasione di studio unica per una full immersion di due giorni con il fotografo Giovanni Marrozzini.

leggi qui

Discovering Adobe Lightroom. Workshop con Daniele Zedda

WSP photography propone il workshop “Discovering Adobe Lightroom” con Daniele Zedda. Il workshop intensivo ha l’obiettivo di fornire un’ampia e dettagliata panoramica dei principali strumenti di postproduzione offerti dal programma, al fine di acquisire metodo e tecnica per sviluppare in modo corretto e in autonomia le proprie fotografie.

leggi qui

Tecniche di illuminazione nel reportage. Workshop con Giovanni Cocco

WSP photography propone la nuova edizione del workshop in Tecniche di illuminazione nella fotografia di reportage con Giovanni Cocco che unisce alla teoria esercitazioni pratiche e visione in aula delle foto scattate.

leggi qui

Leggere le immagini. Workshop con Sandro Iovine

WSP photography presenta Leggere le immagini, un workshop con Sandro Iovine che si svolgerà sabato 18 e domenica 19 febbraio dalle 10 alle 18 presso la sede associativa in Via Costanzo Cloro 58, a Roma.

leggi qui

Imagine Landscape: alla scoperta della fotografia di paesaggio. Workshop con Daniele Zedda

WSP photography presenta “Imagine Landscape: alla scoperta della fotografia di paesaggio”, un workshop con Daniele Zedda.

leggi qui

Pro-Photographer: workshop di fotografia con Paolo Marchetti

WSP photography presenta “Pro-Photographer”, un Workshop con Paolo Marchetti, il  21 e 22 maggio 2016.

leggi qui

Editing e progetto. Workshop con Paola Riccardi. Sabato 9 e domenica 10 aprile

WSP photography presenta Editing e progetto, un workshop con Paola Riccardi. Sabato 9 e domenica 10 aprile 2016.

leggi qui